Acqua Alta Record + Vento sferzante: Venezia devastata

Acqua Granda Record a Venezia e Provincia - Da San Marco a Jesolo, un record di devastazione . E' la seconda misura nella storia della Serenissima, dopo il record di 194 centimetri del 1966. Il picco, alle 22.50, è stato di un metro e 87. Tutto il centro storico di Venezia è stato allagato. L'acqua, con il buio fitto e la pioggia sferzante, è entrata dappertutto.

Ero un bambino di 9 anni nel 1966 e mi ricordo parecchio di quella storica giornata di novembre che ho visto essenzialmente dalla finestre di casa mia che affaccia su un campo in centro storico a Venezia, vicino a San Stae, Campo San Cassiano. Mi sembra impossibile che dopo oltre 50 anni, dopo fiumi di parole in libri convegni e dibattiti , oltre 6 miliardi di euro spesi di cui 1 di tangenti , siamo ancora qui.

Sapete con 1 miliardo di euro di tangenti , che sono 2000 miliardi di vecchie lire,  si può fare molto con le persone giuste e così è stato purtroppo.

Così per capire meglio tutte le discussioni che avverranno da oggi in poi in modo oserei dire "virulento" vi consiglio questi libri che ho letto ormai anni fa ma sono attualissimi.

Non dimentichiamo .

Corruzione a norma di legge - di Barbieri e Giavazzi. 2014

Ma perché la vicenda del MoSe è emblematica della corruzione diffusa? "Perché meglio di ogni altra dimostra che la corruzione più grave, cioè quella che più costa ai cittadini, non è quella che avviene tramite violazione delle leggi, di cui per lo più si occupa la stampa, bensì quella che avviene per "corruzione delle leggi". Leggi ad hoc, come la legge del 1984 che creò il concessionario unico, ovvero assegnò buona parte dei lavori di salvaguardia della laguna di Venezia (18 miliardi di euro di oggi) ad un monopolista. Costui, il Consorzio Venezia Nuova, in questi 30 anni ha realizzato lavori per il MoSE per oltre 6 miliardi (in euro di oggi), con un sovrapprezzo per lo Stato, e quindi per i cittadini, che supera i 2,4 miliardi di euro. La "corruzione" della legge è più ambigua della "violazione", perché nel primo caso nessuna legge viene violata: sono le leggi stesse a essere state "corrotte", cioè scritte e approvate per il tornaconto dei privati contro l'interesse dello Stato, o per alcuni privati a svantaggio di altri. Di fronte a questo tipo di corruzione la giustizia non ha armi e che può essere combattuta solo dalla politica e dai cittadini"..

Da https://www.repubblica.it/rubriche/passaparola/2014/07/22/news/corruzione_a_norma_di_legge-92142355/

Ed inoltre sullo stesso argomento Mose - La Retata Storica di Amadori, Andolfatto, Dianese. 2014

“La retata storica”, la grande operazione della magistratura veneziana che ha scoperchiato il sistema Mose, e che dà il titolo a un libro di Gianluca Amadori, Monica Andolfatto e Maurizio Dianese, giornalisti del Gazzettino di Venezia, edito da «nuova dimensione». Uno spaccato crudo e desolante dell’attualità, un’ulteriore brutta pagina – dopo gli scandali che hanno travolto l’Expo di Milano e l’inchiesta su Mafia Capitale a Roma – che racconta l’Italia di oggi: un paese in cui dove ci sono i soldi, ci sono corruzione, malaffare, tangenti, favori. http://www.piegodilibri.it/recensioni/mose-la-retata-storica/ Non stupitevi , non sto facendo pubblicità gratuita, sono solo profondamente ferito da questa situazione e reagisco così - Cerco di stimolare le coscienze e questi libri sono un'ottimo esempio - Se ne conoscete altri sull'argomento segnalatemeli qui a info@ordinemedicivenezia.it e faremo pubblicità anche a loro .

Scusate la divagazione dalla medicina ma dovete sapere che mio padre era giornalista, è morto alcuni anni fa, e questa è l' eredità più grande che poteva lasciarmi, certi principi, una certa coscienza .

Qui capirete cosa intendo   https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2012/06/12/727556-milano-nino-leoni-cronista-giorno.shtml

Addio Nino, cronista del Giorno Fu l'apripista di Mani Pulite .

Sono cresciuto con il giornalismo di inchiesta e quindi ...

Oggi, 13 novembre 2019 per tutti noi sarà una giornata lunghissima . Un abbraccio a tutti coloro che sono stati particolarmente colpiti da questo disastro, a chi ha fatto la notte in bianco e sta ancora aiutando chi sta peggio, a chi piange dei morti.

Auguri a tutti noi, ne abbiamo bisogno .

Giovanni Leoni

Amministratore
Categoria News: 
Dalla Rete
Pagina visitata 2249 volte