La musica che ci unisce - European Doctors Orchestra

Invito ai medici italiani a partecipare all´orchestra europea dei medici.

La medicina e la musica: sembra una combinazione alquanto strana, ma è in realtà un legame antico tra due arti, divinizzato da Greci e Romani nella figura di Apollo, dio della medicina e della musica, legame che si perpetua fino ai nostri giorni prendendo forma europea nell’orchestra dei medici “European Doctors Orchestra”o, in breve, “EDO”.

L’orchestra europea dei medici “European Doctors Orchestra” è un’orchestra sinfonica fondata nel 2004 da Miklós Pohl, primario di chirurgia plastica al St. George´s Hospital di Londra e violinista per passione. Affascinato dall’ incredibile numero di medici che annualmente partecipavano a stage di musica e suonavano in orchestrine da camera nella nativa Hobart in Australia, Miki Pohl nel 1993 decise di fondare l’orchestra dei medici australiani ( Australian Doctors Orchestra , ADO), complesso sinfonico che ebbe grande successo nelle maggiori città di quel paese e che ha recentemente celebrato il 13esimo anniversario. Trasferitosi in Inghilterra, Dr. Pohl riuscì poi a realizzare anche in Europa, il suo sogno di una grande orchestra sinfonica composta da medici di tutte le età provenienti da tutti i paesi dell’unione e da tutte le branche mediche, compresa la medicina di base.

Ogni sei mesi dunque, i circa 100 medici partecipanti si incontrano per un fine settimana di prove che culmina in un concerto la domenica sera. Il concerto invernale normalmente si tiene in Inghilterra a novembre, quello estivo in una capitale europea a giugno. Finora è stata Londra la capitale del concerto inaugurale nel novembre 2004 e di quello del novembre 2005, mentre Bucarest, in Romania, ha ospitato il concerto europeo nel giugno 2005. Sarà invece Budapest teatro del prossimo concerto, con un programma tutto ungherese: György Vashegyi, giovane direttore ungherese di fama internazionale, condurrà la sinfonia di Brahms Nr.1 in Do Minore, un pezzo di un compositore ungherese contemporaneo e il Doppio Concerto per Violino e Violoncello di Brahms con Alex Balanescu al violino e Nick Holland al violoncello.

È possibile registrarsi gratuitamente alla pagina web di EDO (www.edo.uk.net), indicando lo strumento suonato e il proprio livello. Non c’è prova d’ammissione e i partecipanti pagano una quota di iscrizione se intendono partecipare al concerto. Il soggiorno nelle varie sedi viene organizzato dal comitato organizzatore del paese ospitante, ma le spese di vitto ed alloggio sono a carico dei partecipanti. Fanno parte del programma varie attività per movimentare le serate dopo le prove e i concerti.

Un paio di mesi prima del concerto, i partecipanti riceveranno il programma su CD e gli spartiti via e -mail, in modo da potersi esercitare prima del fatidico week-end che prevede prove tutto il venerdì, tutto il sabato e la domenica mattina e si conclude con il concerto di domenica pomeriggio o sera. Tutti i concerti vengono ripresi ed è possibile acquistare un DVD a ricordo della bella esperienza musicale (vedi il videoclip del concerto di Londra 2005 sul sito web).

Il comitato organizzatore è composto da rappresentanti volontari dei vari paesi che dedicano il loro tempo libero e tutte le loro energie per fare in modo che ogni incontro sia un vero successo. Il programma, i solisti e il direttore d’orchestra vengono scelti per ogni concerto dal comitato organizzatore. Il ricavato di ogni concerto viene devoluto ogni volta ad un ente di beneficenza. Nei tre concerti passati ne hanno beneficiato “Save the Children UK”, “PARC “(Parliamentary Appeal for Romanian Children) e “Whizz-Kidz”.

Avendo partecipato come violinista all’ultimo concerto, ho avuto la sensazione di suonare in un’orchestra di altissimo livello, ma aperta a tutti, ed ho vissuto un’esperienza unica e stimolante che mi ha permesso di conoscere culture diverse e stringere amicizie europee. Un invito dunque a tutti i colleghi e musicisti italiani a visitare il sito di “EDO” www.edo.uk.net ed a partecipare al prossimo fine settimana musicale ed al concerto che si terrà dal 9 all’11 giugno 2006 a Budapest, in Ungheria.
Chissà che con il vostro aiuto non si possa organizzare, in un prossimo futuro, un concerto italiano.“EDO” per vivere l’Europa.
Categoria News: 
Notizie medici
Pagina visitata 920 volte