Maurizio Scassola: “Venezia in Salute? Uno strumento di relazione”

A inventarsi Venezia in Salute (VIS), ormai 6 anni fa, è stato proprio lui: Maurizio Scassola, medico veneziano di famiglia, allora presidente dell’Ordine lagunare dei Medici Chirurghi e Odontoiatri – eletto nel 2006 – e oggi, da marzo del 2015, vicepresidente della Federazione nazionale degli Ordini (FNOMCeO).
Una manifestazione di piazza, VIS, che nasce da un’intuizione felice e che dal 2010 di strada ne ha fatta tanta, inventandosi sempre nuove forme di incontro con i cittadini per trasmettere loro un messaggio preciso: la consapevolezza che la gestione della propria salute non è delegabile e che deve essere necessariamente assunta da ognuno come compito prioritario. Insomma: ogni cittadino deve farsi carico del proprio stato di forma.

#VIS2016 torna allora quest’anno con qualche novità. Innanzitutto la location: è in programma sabato 17 e domenica 18 settembre in Piazzetta Coin a Mestre, non più dunque piazzetta Pellicani e via Palazzo. Il tema affrontato sarà: In Salute con Stile.
Due, come ormai consuetudine, gli eventi fondamentali: il convegno del sabato al Padiglione Rama dell’Ospedale dell’Angelo – che servirà come aggiornamento professionale per i medici e gli operatori sanitari, ma che sarà quest’anno aperto a chiunque sia sensibile al tema del benessere e degli stili di vita sani – e la manifestazione pubblica, in centro a Mestre appunto, che coinvolgerà la popolazione e sarà animata da una trentina di gazebo con tante associazioni di volontariato, enti e aziende sanitarie che porteranno “in piazza” le loro eccellenze, per farsi conoscere e per educare i cittadini a corretti stili di vita.
Ad animare il pomeriggio domenicale di #VIS2016, quest’anno, due presentatori d’eccezione: il duo cabarettistico Café Sconcerto, perché anche la salute, spesso, ha bisogno di un sorriso. Sul palco, poi, al posto delle mini videoconferenze, le associazioni e gli enti presenti si alterneranno presentando dei video che illustreranno la loro attività e rendendo il pomeriggio più scattante e piacevole.

Ma perché si è pensato di realizzare una manifestazione come Venezia in Salute?
“Oggi il medico – spiega il dottor Scassola – deve rivisitare il proprio ruolo, indicare i propri doveri, progettare il cambiamento della professione in relazione alla evoluzione dell’orizzonte epidemiologico, sociale ed economico. Questo passaggio non solo professione ma umano, culturale e antropologico, può farci recuperare il senso più profondo della cura, un’attività umana dove scienza, cultura, valori, etica, sensibilità, appropriatezza sostengono la persona nel suo percorso di vita. Questa breve riflessione permette di capire il senso profondo della nostra VIS: Venezia in Salute vuole essere uno strumento di relazione con le persone che curiamo e con la Comunità nella quale viviamo”.

Quali sono gli obiettivi che si pone VIS?
“La nostra Forza – prosegue il dottor Scassola – è nella convinzione che il continuo dialogare con le persone ci permette di recepirne i bisogni, ma anche di svolgere momenti di informazione ed educazione sui temi della salute. Siamo stati sempre profondamente convinti che dobbiamo sollecitare la responsabilizzazione nei confronti della salute. Siamo noi i principali artefici della nostra qualità di vita”.

Come è cambiata VIS da quando è nata nel 2010?
“VIS – conclude il dottor Scassola – si è sempre più affinata nel sollecitare le persone a prendersi carico di se stesse. La relazione con il medico curante si consolida poi nel proporgli i propri diari, i propri appunti, come ad esempio il monitoraggio della pressione o della glicemia e il diario alimentare. Ecco allora che la relazione tra medico e persona si consolida nella relazione attiva, di scambio e non passiva di semplice esecuzione prescrittiva. È un percorso lungo ma ineludibile se vogliamo far crescere la consapevolezza delle nostre responsabilità come cittadini e come professionisti. Tutto questo è la nostra VIS”.

Venezia in Salute è una manifestazione realizzata dall’OMCeO di Venezia, attraverso la Fondazione Ars Medica, e la stretta sinergia con l'Ulss 12 Veneziana, per il convegno del sabato, e il Comune di Venezia, attraverso l'Ufficio per la Programmazione sanitaria. L'evento è reso possibile da molte partnership e dal fondamentale sostegno economico della FNOMCeO, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.

Dr. Maurizio Scassola, vicepresidente nazionale FNOMCeO
Chiara Semenzato, collaboratrice giornalistica OMCeO di Venezia

Sei un medico o un odontoiatra? Per iscriverti al convegno o per avere altre informazioni clicca qui

Segreteria OMCeO Ve
Categoria News: 
Notizie medici
Pagina visitata 840 volte